La mia storia la mia missione

Giovanni_03ILNANONEFASTO

Mi presento, sono Giovanni Pietro Bosio, un modellista e miniaturista della prima ora (un eufemismo per dire vecchio...).
Sono nato nel 1974, e già alla tenera età di 13 anni feci un passo che nella sua innocenza avrebbe segnato per sempre la mia vita: Accantonai i mattoncini Lego per passare al Modellismo! Beh, effettivamente definire modellismo ciò che creai ai tempi è veramente utopico, sarebbe più esatto averli chiamati “incidenti” di colla e smalti per colorazione!

I soggetti dei miei primi passi furono soggetti militari (perlopiù aerei) in scala 1:72, da lì, poi, passando per i primissimi quaderni modellistici di Francois Verlinden (l’unica pubblicazione a quei tempi, solo in inglese, ero molto bravo a guardare le figure), appresi l'arte del diorama militare scala 1:35.
Ora, durante la stesura di questa mia presentazione vanto una carriera modellistica (per fortuna mi sono evoluto) di 28 anni, cambiando vari tipologie di soggetto, e ad oggi prediligendo quasi esclusivamente soggetti Sci-Fi e Fantasy, di qualsiasi tipo e scala.

Negli ultimi anni (circa 7), per i strani casi della vita, ho avuto la fortuna di trasformare la mia passione nel mio lavoro! non nascondo che all’inizio ho faticato, ed ho avuto anche forti ripensamenti, se non altro per la minaccia omnipresente che il lato “lavorativo” andasse a ledere e consumare la passione per l’hobby, ma nonostante clienti e legge di Murphy si siano accanite in quella direzione, a tutt’oggi la passione resiste indelebile, forse con una punta (o anche più) di rammarico dovuta al poco tempo da poter dedicare ai miei progetti personali; Vi assicuro, è frustrante creare e dipingere 9 ore al giorno bei modelli che poi andranno in mani altrui; sacrosanto! vengo pagato! ma il tredicenne interiore piange sempre il distacco dalle sue creazioni!

Nel trasformare il tutto in una attività professionale regolarmente registrata non ho resistito nel dare ad essa un nome che rispecchiasse il mio lato ludico giocoso, quindi è così che è nato: IL NANO
NEFASTO Painting/Modeling Workshop, dove IL NANO NEFASTO altro non è che il mio vecchio ed affezionato personaggio in D&D che tante ore di esilarante divertimento ha regalato! Non Vi dico le facce che vedo quando ad esempio chiedo la fattura per un acquisto ed alla fatidica domanda: “Ragione Sociale?” io rispondo “Il Nano Nefasto”, o peggio di quando distorcono il nome in versioni improbabili del tipo: Il Nanone Fasto, Il Nano malefico, ecc... ecc...

In cosa consiste la mia attività? come si può fare della passione modellistica per il Fantasy e lo Sci-fi un lavoro? semplice! dipingendo e creando su commissione sia per privati collezionisti che per aziende operanti nel wargaming 3D modelli di tutti i generi! Ho lavorato nella realizzazione di boxart per la Spartan Games (per cui ha sviluppato pittoricamente tutta la gamma di Dystopian War, buona parte di Firestorm Armada e Uncharted Sea, ed i primi prototipi di Dystopian Legion), collaboro tutt’ora con la Megalith Games per la realizzazione delle BoxArt delle miniature del gioco GODSLAYER Rise of legend, collaboro con diverse aziende per la realizzazione di boxart legate a Kickstarter, addirittura ora con un amico abbiamo creato la LABMASU, una start-up che si occupa della creazione di miniature per wargames, giochi ecc... oltre a continuare a produrre modelli per clienti privati di ogni genere, e francamente nel mio continuo bisogno di rinnovarmi (mi annoio facilmente) non ho idea di come potrò spaziare nell’ambito dell’hobby e del lavoro che amo!
Un altra attività che svolgo è quella di tenere corsi di pittura per miniature e modellismo, amo insegnare, mi piace aiutare i miei allievi ad apprendere con facilità quello che io ho dovuto “scoprire” (beh! francamente i trucchetti più smaliziati del “mestiere” me li tengo stretti...). Mi capita per la maggiore di fare corsi sull’uso dell’aeropenna (o aerografo se preferite) in quanto sono stato un vero pioniere nel suo utilizzo nel modellismo ma soprattutto nella realizzazione delle miniature, credendo in questo mezzo anche in tempi dove era visto come un metodo poco ortodosso; ed oggi, non lo nascondo affatto, con una punta di soddisfazione ed orgoglio, vedo che esso è usato sempre di più anche tra i più estremisti del pennello (che comunque resta un mezzo Fondamentale ed obbligatorio da usare sia a se stante che in concomitanza con l’aeropenna, ricavando in questo caso il massimo da essi) dando ragione della mia visione che (concedetemelo) considero lungimirante.
Progetti per il futuro? Tutto! 🙂
Ora per mio solo ed unico diletto personale mi getterò sul mondo dei Gunpla, realizzandoli però ad altissimo livello sia modellistico che pittorico, infrangendo i preconcetti un po limitativi della maggioranza di coloro che praticano questo ramo dell’hobby, riversando su di essi tutte le tecniche ed il mio bagaglio d’esperienza! E’ un regalo che mi concedo, almeno fino a quando non diventerà anche questo fonte di lavoro 😉
Se avete letto tutto fino a questo paragrafo, i casi sono due: o siete squilibrati, o avete trovato interessante la mia storia, il che vi rende a sua volta degli squilibrati! Ma detto tra noi, se tutti gli “Appassionati” come noi (a prescindere dalla passione, purchè sia sana) sono da considerare squilibrati, non posso dire altro che: Ingrandite i Manicomi! perchè matto è bello! 😉